Mini Carrello

  • Non ci sono prodotti nel Carrello

CONTORNO OCCHI: CARATTERISTICHE, PROBLEMATICHE E TRATTAMENTO

in Notizie

La zona del contorno occhi presenta caratteristiche differenti rispetto a quelle del resto del viso. Anzitutto, la pelle che circonda la cute è più sottile (lo spessore è di circa 0,33 mm), con un derma meno ricco di fibre elastiche e di collagene. Si tratta inoltre di una zona con poche ghiandole sebacee e sudoripare: tutte queste ragioni, unite anche ad una circolazione sanguigna rallentata, rendono la pelle meno elastica, più sensibile e con un ristagno di liquidi più presente proprio a causa del rallentamento della microcircolazione. Sono ben 22 i muscoli presenti in questa zona ed il numero di movimenti giornalieri si aggira attorno ai 10 mila. Queste peculiari caratteristiche rendono quest’area secca e predisposta naturalmente ad una serie di problematiche. Quelle più diffuse, che è possibile riscontrare anche in giovane età, sono occhiaie, borse, punti neri, piccole rughe e palpebre gonfie.

OCCHIAIE, BORSE E RUGHE

Le occhiaie sono causate da un rallentamento della microcircolazione venosa e linfatica: la pelle difatti rivela il ristagno di liquidi sotto forma di alone viola-bluastra. Il fattore genetico può incidere, tuttavia possono presentarsi anche in situazioni di stress, insonnia, affaticamento, cattiva alimentazione o durante il ciclo mestruale.

Le borse sono inestetismi che si presentano attraverso un gonfiore palpebrale che è sinonimo di forte stress, lettura intensa o al risveglio. Durante l’età matura queste problematiche diventano più evidenti, poiché il tessuto connettivo che caratterizza le palpebre tende a perdere di elasticità, rilassandosi in maniera graduale.

Le rughe d’espressione invece sono dovute alla continua contrazione muscolare: le cosiddette zampe di gallina diventano sempre più evidenti nel corso degli anni, sia per quanto riguarda la popolazione maschile che per quella femminile.

Durante il periodo mestruale la donna è maggiormente soggetta a tutti questi inestetismi.

La corretta prevenzione consiste nel mantenere idratata la zona perioculare, attraverso l’utilizzo di cosmetici, e uno stile di vita sano unito ad una corretta alimentazione. Tutto questo sin dalla giovane età.

 

CONSIGLI SUL TRATTAMENTO

Per quanto riguarda la detersione gioca un ruolo molto importante il make-up: se non si ha la necessità di struccare il viso si può utilizzare lo stesso detergente per il viso, purché si tratti di un prodotto delicato. Quando ci si asciuga non bisogna strofinare gli occhi energicamente con asciugamani o salviette ma tamponare con molta calma e delicatezza. Struccarsi correttamente è alla base per una prevenzione di tutta la zona del contorno occhi: è importante eliminare ogni traccia di impurità, utilizzando magari garze morbide o dischi di cotone imbevuti nel proprio prodotto struccante. Nel momento in cui si applicano sul viso maschere per la pulizia è bene evitare la zona del contorno occhi.

Per quanto riguarda il trattamento è doveroso fare una premessa: non bisogna utilizzare prodotti studiati per il viso poiché questi presentano caratteristiche e composizioni inadeguate per la zona del contorno occhi. È necessario, dunque, fare uso di cosmetici specifici per quest’area, mattina e sera, a partire dai 25 anni d’età ed anche in assenza di problematiche quali borse, occhiaie o rughe. Così facendo sarà possibile prevenire l’invecchiamento precoce della zona perioculare. I prodotti in commercio sono numerosi (qui potete trovare Eyskin, il siero contorno occhi della BCosmetica): è importante avere costanza nell'uso e massaggiare delicatamente fino a completo assorbimento della crema. I benefici sono tangibili, andando da subito a rinforzare le pareti dei vasi sanguigni e riducendo anche la fragilità capillare.

Related Articles